Don Vittorio Maresi nasce a Poggio Berni nel 1933, viene ordinato sacerdote il 29 Giugno 1957 dal Vescovo Biancheri. È stato poi nominato Parroco del Duomo sempre da Monsignor Emilio Biancheri nel 1970.
Sin da subito ha instaurato un bel rapporto di stima reciproca con i suoi parrocchiani ed il suo amore per il Signore e verso le persone ha caratterizzato tutta la sua vita.
Ripeteva spesso, e lo ripete ancora oggi: “Noi possiamo organizzare cose bellissime, ma se non poniamo Cristo al centro di tutto, non serve a niente. Più facciamo e più dobbiamo pregare”.

previous arrow
next arrow
Slider

Don Vittorio ha sempre considerato la parrocchia come lo spazio non solo del Catechismo, ma anche del gioco, della preghiera, dei vespri serali e delle grandiose feste; era come stare in una grande casa aperta a tutti. E c’era sempre in parrocchia, nel suo ufficio a leggere e a pregare (se non aveva impegni), mentre i ragazzi erano lì di fuori a giocare. Si faceva vedere ma non faceva il controllore. Lasciava che fossero i ragazzi più grandi a stare con i più piccoli, favorendo dei legami che sono diventati legami per la vita.

Una persona semplice, ma profonda, con un carattere allegro che metteva tutti a proprio agio; gli piaceva scherzare e cantare: le canzoni di Modugno sono ancora il suo cavallo di battaglia. Umano, capace di stare vicino a chi è in un momento di dolore o di difficoltà e di accompagnare chi sta attraversando un momento di crisi.

Era presente, ma capace di lasciare liberi.

Ha sempre cercato di individuare i talenti delle persone per poi chiedere loro di mettersi a servizio della comunità nei diversi ambiti.

Cento campeggi, un numero enorme a pensarlo oggi. Don Vittorio finché il suo fisico ha retto, ha accompagnato centinaia di ragazzi e giovani in montagna e fra le colline. Ama contare le sue esperienze, i campeggi fatti appunto, ma anche le varie persone presente nei diversi contesti, contento nel constatare quanta partecipazione ci fosse alle tante iniziative parrocchiali.

Suor Giovanna Bonetti ripete sempre di aver davvero sperimentato grazie a Don Vittorio (sua guida spirituale) l’essere stata voluta bene liberamente e gratuitamente.

Nel 2003 quando è stata creata la Parrocchia unica del Centro Storico di Rimini, ha continuato a prestare servizio come Parroco in solido di questa nuova realtà aiutando Don Dino. Ogni anno si divertiva a presenziare alla cosiddetta “Festa della Befana” nel teatro della Chiesa di San Nicolò, intrattenendo decine di ragazzi. Nel 2007 ha festeggiato i 50 anni di sacerdozio e tutti i giovani cresciuti con lui si sono radunati, ormai cresciuti, ma stretti fra di loro ancora da legami belli e profondi nati grazie all’instancabile attività di buon pastore di Don Vittorio.

Fino a prima della pandemia ha continuato a presiedere le celebrazioni feriali e la prefestiva delle 16:30, attualmente risiede alla Casa del Clero.