XXIX Domenica del Tempo Ordinario

ESSERE GRANDI NEL SERVIZIO

I discepoli credevano, come tutti, che la gloria di Dio si manifesta nel riconoscimento e nel successo umano. Impareranno, invece, che questa si esprime nell’amore di Dio per noi, nel dono del Figlio, nel dare con lui la vita per i fratelli.

In una comunità non è possibile vivere in armonia senza una guida e un ideale grandi. Nel Vangelo di oggi due apostoli chiedono a Gesù, con una certa incoscienza, i primi posti nel suo Regno. Questo provoca indignazione negli altri.
Gesù, vero maestro e pedagogo, li chiama a sé, li istruisce e li orienta verso un ideale di grandezza che è l’opposto della mentalità comune. «Chi vuole diventare grande… chi vuole essere il primo» deve mettersi al servizio degli altri, fino a essere «schiavo di tutti». Gesù stesso, Figlio di Dio (II Lettura) e Figlio dell’uomo, non è venuto per farsi servire, ma «per servire e dare la propria vita». Come il Servo del Signore (I Lettura), offrirà «se stesso in sacrificio», per rendere giusti gli uomini e saziarli di luce e di conoscenza del Signore.

La “sete di carriera” è sempre in agguato, anche nella Chiesa. E tu, nella tua parrocchia e nella tua famiglia, stai scegliendo la strada di Gesù? Vuoi essere grande nel servizio o preferisci farti servire? Scrive il poeta e mistico Tagore: «Dormivo, e sognai che la Vita non era che gioia. Mi svegliai, e mi accorsi che la vita era Servizio. Servii, e scoprii che il servizio era la Gioia».

p. Giovanni Cresci, frate cappuccino

Data

Ott 17 2021
Expired!

Ora

All Day

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: Ott 17 2021
  • Ora: All Day

Nessuna risposta.